CLASSI DI ITALIANO PER STRANIERI E LICENZA MEDIA – LE ISCRIZIONI SONO APERTE TUTTO L’ANNO

POTETE ANDARE OGNI GIORNO, DALLE 8,30 ALLE 18 PRESSO LA SCUOLA MEDIA CUCINIELLO, VIA CONCORDIA, TREZZANO, A COMPILARE IL MODULO DI ISCRIZIONE PER LE LEZIONI DI ITALIANO PER STRANIERI O LICENZA MEDIA.

GLI INSEGNANTI VI CONTATTERANNO AL PIU’ PRESTO PER UN COLLOQUIO ORIENTATIVO.

PER INFORMAZIONI POTETE TELEFONARE AL N.: 331 988 7165

LE LEZIONI SONO GRATUITE, DIVISE PER LIVELLI E SI PUO’ SCEGLIERE UNA DELLE 3 FASCE ORARIE: MATTINA, POMERIGGIO, SERA.

ULTERIORI INFORMAZIONI NELL’ARTICOLO PIU’ IN BASSO.

cartina capovolta

Annunci

Alla maestra Flavia hanno fatto la festa… di compleanno

Una torta a sorpresa, palloncini baci e abbracci mercoledi 13 gennaio hanno accolto l’insegnante della classe A1 pomeridiana, in occasione del suo compleanno.

Il prof. di inglese si è prontamente offerto di tagliare la torta, in cambio di un’ospitata…

IMG-20180110-WA0014

La torta, per la cronaca, era un’ottima creazione al cocco di Hanan, nella foto qui sopra. Un grazie di cuore a tutti gli studenti: Tetiana, Lyesi, Nadeeka, Sarasi, Naji, Svitlana… e anche agli assenti. Cin cin! cin-cin-brindisi

Alla RiMaflow una serata di cultura con Moni Ovadia e la Civica Scuola di Musica di Corsico

Giovedi 11 gennaio la fabbrica recuperata Rimaflow di Trezzano ha accolto la scuola di musica Antonia Pozzi di Corsico e Moni Ovadia, per una serata in preparazione della Giornata della Memoria. Il salone era strapieno e molti erano coloro che sono rimasti in piedi, nonostante fossero stati preparati posti a sedere per più di 200 persone.

E’ stata una serata emozionante, sia per il valore artistico del repertorio proposto dalla scuola di musica che per le riflessioni di Moni Ovadia, come sempre appassionato e ineccepibile nello svolgersi logico del suo pensiero.

La pianista Lorena Portalupi, direttore della Civica Scuola di Musica di Corsico, ha proposto pezzi di due compositori italiani attivi negli anni 30 ma che, a seguito delle leggi razziali promulgate nel ’38, dovettero abbandonare la loro occupazione e la loro casa per sfuggire alla persecuzione. Finzi morì durante un’ultima fuga nel ’45, mentre Fano riuscì a salvarsi e continuò a lavorare nel dopoguerra. I pezzi proposti sono stati Preludio e Intermezzo Op. 6 per pianoforte di Guido Alberto Fano e C’era una volta e Barque d’Or di Aldo Finzi per soprano e pianoforte.

 

 

Si è anche esibito il Coro In…canto diretto da Antonella Gianese, che in modo mirabile ha cantato diverse melodie popolari in lingua Yiddish e giudaico-spagnola. E’ stato un momento commovente e significativo, a dimostrazione dell’alta qualità del lavoro svolto dalla Civica scuola di Musica di Corsico.

MONI3

Moni Ovadia è stato un travolgente narratore di cosa sono state le feroci dittature del ‘900, e ha esortato a informarsi e non dimenticare mai, perchè la memoria è l’unica protezione che abbiamo contro il ritorno dei populismi e delle nuove dittature. Che possono avere forme diverse rispetto a quelle del passato, ma tutte partono dal nazionalismo per produrre capri espiatori, fili spinati, violenza, umiliazione, guerre e distruzione. Anche quando le guerre vengono esportate.

Ha inoltre ribadito che la pietà umana non può impedire di riconoscere che morire per odio non è, non può essere e non sarà mai, la stessa cosa che morire per amore, secondo la profonda riflessione di Padre David Maria Turoldo, il partigiano di fede cattolica che ebbe a dire ” Resistenza fu la scelta dell’umano contro il disumano”. Fascismo e antifascismo non sono equiparabili. I camerati che preferirono combattere contro i propri concittadini pur di sostenere i nazisti combatterono per un’ideologia di odio e di morte, mentre i partigiani lo fecero avendo in mente la costruzione di un mondo di pace, di uguaglianza e di giustizia sociale.

Gli italiani non praticano la memoria, non hanno fatto i conti con il loro passato. Non solo sono stati carnefici (crimini di guerra in Etiopia) ma hanno idealizzato e mistificato anche la propria storia di emigrazione. In un secolo partirono 29 milioni di italiani, che andarono a cercare una vita migliore in luoghi dove per molti anni vennero umiliati, oppressi, trattati come un popolo inferiore. Ma sembra che ce lo siamo dimenticato, e la vittima si trasforma ora in oppressore.

La memoria è dunque importante affinchè non si ripetano, come sembra stia succedendo, le scellerate e tragiche scelte del secolo scorso, ma non solo. Oltre alla distruzione di milioni di uomini perchè ebrei, omosessuali, rom, malati, testimoni di Geova e oppositori politici perpetrata dal regime nazista, non possiamo ignorare che dal dopoguerra a oggi sono avvenuti e continuano ad avvenire genocidi orribili, di cui anche il nostro paese e co-responsabile. L’ultimo in ordine di tempo il sostegno ipocrita agli schiavisti libici, che a fronte del finanziamento che il nostro paese gli garantisce si occupano di allontanare dalla nostra vista tutta quella umanità in transito che viene intercettata e internata nei mostruosi lager libici.

MONI4

MONI5

 

25 dicembre o 7 gennaio… BUON NATALE a tutti!

Venerdi 22 dicembre ’17 le nostre classi del Cpia di Trezzano hanno festeggiato il Natale tutti insieme in allegria. I nostri studenti provenienti dai 4 continenti si sono sfidati in una gara gastronomica, che ha visto tutti vincitori (e soprattutto soddisfatti).

C’erano manicaretti cinesi, egiziani, ucraini, moldavi, marocchini, italiani, cubani, giapponesi… come potete vedere dalle foto.

Naturalmente non ci siamo fatti mancare musica dal mondo e video dei festeggiamenti natalizi nei vari paesi di provenienza degli studenti. In un’atmosfera sempre più calda di allegria tutti si sono lanciati in danze etniche e complesse coreografie (compresi i docenti, con risultati discreti, ma sfortunatamente non è possibile caricare i video, con gran dispiacere dei docenti… ehm).

Con l’occasione facciamo gli auguri ai nostri studenti ortodossi, che il Natale lo festeggiano oggi, il 7 gennaio.

BUON NATALE!!

E non dimenticatevi che domani… si torna a scuola. A presto!

IMG_20171222_103638

La maestra Stefania vi aspetta!

IMG_20171222_132209

  La vostra aula vi aspetta!

 

Anche la maestra Flavia vi aspetta.            Mentre la maestra Rina vi sta già preparando i compiti!

Altre foto della festa:

IMG-20171222-WA0023

E BUON ANNO A TUTTI!

Domenica 1 Ottobre – Il Cpia alla Festa della Associazioni

Domenica 1 Ottobre… Festa delle Associazioni  di Trezzano sul Naviglio, e il Cpia “A. Manzi” di Trezzano è presente! Come già in passato anche quest’anno i docenti della Scuola di Italiano per Stranieri e Licenza Media, con sede presso l’Istituto Franceschi,  ha partecipato alla manifestazione organizzata dalla Pro-loco trezzanese. E’ stata una giornata di incontri e simpatici scambi fra associazioni, e un’occasione per rendere la nostra scuola sempre più presente sul territorio.

Durante la mattinata abbiamo accolto la delegazione tedesca di Eching, cittadina gemellata con Trezzano; nelle foto potete vedere il sindaco con la moglie, il traduttore e il responsabile trezzanese della commissione gemellaggio, oltre ai docenti del Cpia.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

La Giornata del Rifugiato a Trezzano sul Naviglio

Martedi 21 giugno 2016 al Centro Socio Culturale di Via Manzoni si è tenuto l’incontro dedicato ai rifugiati che abitano sul nostro territorio.

Alle 19 circa gli ospiti delle comunità Villa Amantea e Diaconia Valdese, insieme ai quattro ospiti della Caritas e ai cittadini di Trezzano si sono incontrati  al Centro Socio per un momento di riflessione sull’esperienza dei migranti, e su ciò che gli enti locali e lo stato possono fare per rendere meno traumatica questa esperienza e favorire l’integrazione.

Sia il comune di Trezzano che quello di Buccinasco ospitano un totale di 14 minori provenienti dall’Africa, a cui si è aggiunta una ragazza arrivata da poco. A Trezzano ci sono inoltre 12 richiedenti asilo afgani. Tutti hanno frequentato la nostra scuola  (Cpia) dal loro arrivo, e continueranno il loro percorso di apprendimento della lingua italiana anche il prossimo anno scolastico.

Erano presenti alla serata i responsabili delle comunità, il parroco Don Franco, il sindaco di Trezzano Bottero, l’Assessore ai servizi sociali Sandra Volpe, l’Assessore De Filippi, il Sindaco di Buccinasco Maiorano,  funzionari e figure professionali del comune di Trezzano, insegnanti di italiano del Cpia e numerosi cittadini interessati a condividere questa giornata di riflessione ma anche di allegria.

Dopo l’esposizione della situazione trezzanese da parte di Federica di Villa Amantea e Gabriele della Diaconia, un giovane rifugiato, Yacouba, ha raccontato la tragedia del viaggio e chiesto che l’Italia si impegni a rispondere in tempi brevi alle necessità di documenti e riconoscimento di protezione umanitaria.

Al termine il gruppo musicale Nagaharkestra ci ha rallegrato con una musica elettrizzante, che definirei afro-rock, e che ha trascinato tutti a ballare con il suo ritmo incalzante. Abi e i ragazzi di Villa Amantea avevano cucinato un’ ottima cena etnica che ha riscosso grande successo (qualcuno ha avuto problemini con un piatto “non particolarmente piccante” per standard senegalesi, ma leggermente sull’infuocato per standard milanesi… 😉 )

Ecco le foto della serata.

 

  Seema, una studentessa del Cpia Trezzano         Il sindaco di Buccinasco Maiorano
20160621_200425 (1)                                                           Il sindaco Bottero di Trezzano
                                                                                  La band
20160621_211130
                          L’ottima cena etnica ha strabiliato la fotografa… e questo è il risultato!

Questo slideshow richiede JavaScript.

                        Gli effetti che la musica ha avuto anche sulle persone più serie… 😉

20160621_205910

                             Il piccolo Pietro con la mamma Olga pronto a lanciarsi nella danza

Questo slideshow richiede JavaScript.

                                          Altri insospettabili lanciati nella danza!

 

21 giugno festa al Centro Socioculturale

Martedi 21 giugno, dalle ore 19, in occasione della

Giornata Mondiale del Rifugiato

ci sarà una serata di musica e assaggi di piatti etnici al Centro SocioCulturale di Via Manzoni 10 a Trezzano s/N.

Una splendida occasione per stare insieme e conoscerci un po’ di più.

Siete tutti invitati, portate amici e parenti.

IMG_2457

CPIA: FESTA DELLA SCUOLA – Arrivederci a settembre

Per festeggiare la fine dell’anno scolastico, dopo mesi intensi di studio e attività varie (la gita sul lago di Como, la partita di cricket al Centenario ecc.) ci siamo ritrovati tutti insieme domenica 5 giugno nel salone ovest della scuola media Cuciniello, in concomitanza con la splendida manifestazione MOS 2016 (Meeting of Styles, writers da tutta Europa per dipingere i muri di Trezzano).

Gli insegnanti, a seguito dell’ultima vicenda in ordine di tempo in cui una ragazza è stata vittima di violenza, hanno deciso di dedicare la giornata alla sensibilizzazione sul problema della  violenza alle donne. Sono stati prodotti alcuni cartelli nelle varie lingue dei nostri studenti.

Il momento più emozionante della giornata è stata la rappresentazione di musica e teatro di un gruppo di nostri studenti, minori non accompagnati, ospiti delle comunità di Trezzano e Buccinasco, condotti da R. Pisati e G. Patara. Il ritmo ha ben presto contagiato tutti in un crescendo di allegria e partecipazione. Se qualcuno ha fatto un video e volesse condividerlo ci farebbe molto piacere.

Noi al momento possiamo solo postare le foto, che pur non rendendo del tutto l’atmosfera, la fanno ben intuire.

Desideriamo ringraziare tutte le persone e associazioni che ci hanno sostenuto, e senza il cui contributo non saremmo riusciti a organizzare una festa tanto bella: AVIS Trezzano, Comitato di Quartiere TR1, Associazione Genitori Noi con Voi, e l’esercizio commerciale Non Solo Pane di San Vito di Gaggiano, che ci ha donato prodotti di panetteria, che tanto successo hanno avuto!

Con queste immagini vi salutiamo, auguriamo a tutti buone vacanze e

ARRIVEDERCI A SETTEMBRE!

20160605_163659

Panini e brioches con ripieni squisiti, specialità della nostra collaboratrice scolastica Vera Pelagotti (qui con la studentessa Seema)

 

Silvia Mandolesi dell’Ufficio Cultura del Comune si cimenta in un assolo!

20160605_170548

Una jam session improvvisata fra i writers, prima dell’inizio

                 Il pubblico in attesa…………………………….la presentazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si inizia…

Questo slideshow richiede JavaScript.

… e si termina in un crescendo di ritmo e danze!

No violenza alle donne!

   Alcuni dipinti  sui muri della scuola

Un saluto da Vera (sullo sfondo le aule del CPIA, con il muro                                                       splendidamente decorato da Mercedes e i “suoi” ragazzi 

20160605_195237

Un saluto da Flavia (please NO TAG, questi dipinti sono troppo belli!)

 

VENERDI 10 GIUGNO 2016 – SPETTACOLO HIP HOP MILANO

Venerdì 10 giugno alle 20.30 siete tutti invitati a una serata di Hip Hop, un nuovo spettacolo, con protagonisti le ragazze e i ragazzi di Enaip Milano e dell’IPM C.Beccaria che hanno partecipato al progetto Potere Alle Parole Lab dell’associazione Razzismo Brutta Storia e Fondazione Enaip Lombardia, con il rapper Kiave e la 232, sostenuto dall’ 8×1000 Valdese.

http://www.cronachediordinariorazzismo.org/hip-hop-razzismo-beccaria-milano/beccaria

Kiave-7-Respiri-2007